Ho iniziato a dipingere negli anni 90 nell’ambito del ‘writing’ realizzando graffiti su muro con spray.
Nel 1995 ho frequentato l’Accademia di Belle Arti di Urbino.

Nel 2000 ho esposto le mie opere pittoriche nell’ambito della mostra collettiva itinerante “Genii” Palazzo Marchesale Venusio (Turi) – Palazzo Ducale (Urbino).
Nel 2014 partecipo all’esposizione collettiva “Casaforte” – Giulianova (TE)
Nel 2015 “Sulla Natura delle Cose” – esposizione collettiva -Trecastelli (AN)
Nel 2016 espongo alcune linoleografie: Linoleotipie – Il Bugigattolo, Ancona

Dal 2003 mi occupo di grafica digitale e comunicazione, continuo la mia ricerca pittorica.

Per anni ho nutrito il mio immaginario pittorico grazie tanti viaggi in grecia alla ricerca degli archetipi del mediterraneo.
Le figure che compongono i miei disegni rinnovano il legame con la natura e la morte, le maschere funebri diventano quelle delle guerre, degli esodi, polipi su anfore ci ricordano gli abissi e i pericoli che ogni esodo comporta. Dipingere ad olio per me è costruire con la luce in spazi metafisici ma non amo l’ordine e l’immobilità.

 

I started my artistic career in the 90s creating graffiti on wall with spray.
In 1995 I attended the Academy of Fine Arts in Urbino.
In 2000 I exhibited my paintings as part of the exhibition “Genii” Palazzo Marchesale Venusio(Turi) – Palazzo Ducale (Urbino).
My works has been influenced by many trips to Greece in search of the ancient Mediterranean archetypes.

In 2014 I exhibited my paintings as part of the exhibition “Casaforte” – Giulianova (TE)
In 2015, I exhibited my paintings as part of the exhibition “Sulla Natura delle Cose” Trecastelli (AN)
In 2016 I expose some linocuts: Linoleotipie – The Bugigattolo, Ancona
Since 2003 I work as graphic designer, continuing my painting research.

The figures making up my painterly imagery renew the bond with nature and death, funeral masks become those of the war, the exodus, polyps of amphorae remind us of the abyss. Oil painting for me is build with light metaphysical spaces, but i don’t like order and stillness.